Anna Piaggi

Anna Piaggi is about 80 today, she still dyes her hair of blue since 1989 and she hasn’t left her house without an hat since the early ’80s. Looking like a Circus character just came out from a drama, she’s a talented fashion journalist and editor for Vogue Italia and also a very competent history of costume and taste critic.

Italian born but New York based, she started her carrier in fashion journalism, after a diploma in classical studies, writing for several magazines like Panorama, Arianna, Settimana Incom and then Vanity, an avant-garde magazine of which she was Editor-in-chief, working with the illustrator Antonio Lopez in the 1980s. Since 1988 she is famous for her column “Doppie pagine” or double pages, for Italian Vogue, from which a book “Fahion Algebra” was based on and an exhibition has been dedicated to her at London Albert &Victoria Museum in 2006, called “Fashion-ology”.

Doppie Pagine is an unconventional 4 pages column where she compares symbols, images and similar elements from different fashion shows. She’s able to read clothes and turn them into language. Anna, together with the photographer Bardo Fabiani, try to capture images, details, scenes and situations that mostly pass unnoticed to others.

Among her dearest friends are Karl Lagerfeld, Stephen Jones, Vivienne Westwood, Manolo Blahnik, Rosita and Ottavio Missoni and she was married to the photographer Alfa Castaldi since 1962 until his death in 1995. Noted for her very personal style, a unique colourful, intellectual and carnival look, Anna Piaggi’s private collection contains over 2,865 dresses, 265 pairs of shoes, 29 fans, 932 hats, 24 aprons, 31 feather boas and I’m sure much more. She is a fashion icon since 70’s, when she used to hang out and dress up with Karl Lagerfeld, who has been drawing her since they first met in 1974 and often sketched her in the book “Anna Cronique”.

She can be often seen front row during fashion shows wearing Manolo Blahnik shoes, her fingerless gloves and hats, tilted to one side, by her close friend Stephen Jones who calls Anna his muse. She has been using a bright red manual Olivetti typewriter for her work since 1969 and, for the Fashion Details Award, she was hanging a cage-bag with a mechanical bird. I didn’t see her around during this fashion week, such a pity, but I’m sure she would have caught the attention more than any model. Here a rare video-tour inside her house (italian only).

****

Anna Piaggi ha più di 80 anni, si tinge i capelli di blu dal 1989 e non esce di casa senza un cappello dagli anni ’80. A vederla così sembrerebbe un personaggio da circo, invece è una giornalista di Vogue Italia, nonché preparatissima critica del gusto e di storia del costume.

Milanese di nascita, ma da anni americana di adozione, iniziò la sua carriera da giornalista di moda dopo il diploma di liceo classico, collaborando con diversi giornali come Panorama, Arianna, Settimana Incom fino a diventare redattore capo di Vanity, un giornale abbasta innovativo per il tempo e nel quale collaborava con l’illustratore Antonio Lopez. Diventa famosa però con la sua rubrica “Doppie Pagine” su Vogue Italia, che tiene sin dal 1988 e dalla quale è stato tratto sia un libro, “Fahion Algebra”, sia una mostra, “Fashion-ology”, al London Albert &Victoria Museum nel 2006.

“Doppie Pagine” è una rubrica fuori dagli schemi: composta di sole 4 pagine, Anna Piaggi paragona stilemi grafici, simboli, elementi che ricorrono casualmente tra una sfilata e l’altra. La rubrica nasce dai backstage, dove lei e il suo fotografo, Bardo Fabiani, cercano di catturare immagini, dettagli, particolari, scene e situazioni che per lo più sfuggono allo sguardo degli altri. Lei riesce a leggere i vestiti e tradurli in linguaggio.

Tra i sui più cari amici ci sono Karl Lagerfeld, Stephen Jones, Vivienne Westwood, Manolo Blahnik e Rosita e Ottavio Missoni. Nel 1962 si sposa con il fotografo Alfa Castaldi, con il quale rimarrà fino alla morte di lui, avvenuta nel 1995. Il suo personalissimo stile, pittoresco e intellettuale, si basa su una collezione che comprende più di 2,865 vestiti, 265 paia di scarpe, 29 ventagli, 932 cappelli, 24 grembiuli, 31 boa di piume e molto altro. Icona di moda lo è sempre stata, sin da quando, negli anni ’70, usciva con Karl Lagerfeld, il quale l’ha immortalata in numerosi disegni nel suo libro “Anna Cronique”.

E’ facile vederla in prima fila durante le sfilate, con i suoi guanti senza dita, le scarpe di Manolo Blahnik e i suoi cappellini poggiati da un lato, disegnati in collaborazione con l’amico Stephen Jones. Per scrivere i suoi articoli, dal 1969, non ha mai smesso di usare una macchina da scrivere Olivetti rossa mentre, alla cerimonia dei Fashion Details Award, si è presentata con una gabbietta con un un uccellino meccanico come borsa. Qui un raro video di lei nella sua casa di Milano e qui di seguito alcuni video in cui lei stessa parla della sua rubrica “Doppie Pagine” :

Some videos of her talking about “Doppie Pagine” column:

Doppie Pagine: Esquisses Exquises

Doppie Pagine: Florilege

Doppie Pagine: Light hearted-ness touch

Doppie pagine: Full Fall

Doppie Pagine: Highlight

Anna Piaggi, wearing a dress designed by Jean-Charles de Castelbajac, cape by Angela and Giovanni Grimoldi, and hat by Stephen Jones.
Photo: David Bailey for Another Magazine

Some old pictures:

Anna Piaggi and Karl Lagerfeld, photographed while making Lagerfeld’s film Views and Interviews, 1977.
Photo: Jacques de Bascher Archive

Anna Piaggi, wearing a cape by Gallenga, and Karl Lagerfeld, 1978. Piaggi’s collar is an underskirt from a formal ensemble previously worn by Lagerfeld, and the mask is a Perspex collar by Pierre Cardin.
Photo: Renato Grignaschi

Anna Piaggi, in a sketch by Karl Lagerfeld.

a very rare photograph without hat, 1980’s

Anna Piaggi in 1987 wearing a McDonald waistcoat. photographed by Bill Cunningham

Anna Piaggi selects images for Vogue Italia, 2004 and wearing this exvoto necklace by Givenchy.

images sources: vogue.ittfs; thesartorialist.com; icanteachyouhowtodoit.com


The main author, creator and editor in chief of the blog.

Share this Article!

Trackbacks per le News

Contribuisci alla discussione, scrivendo il tuo Commento.